IL MIO APPROCCIO

UTILIZZO IL MODELLO COGNITIVO-COMPORTAMENTALE

…secondo il quale le nostre emozioni e i nostri stati d’animo possono essere influenzati dall’ interpretazione e dai pensieri (quello che ci diciamo mentalmente) che attribuiamo agli eventi e alle situazioni che ci troviamo a vivere quotidianamente;

quindi ….. non è la situazione in sè a determinare come ci sentiamo ma è piuttosto il modo in cui la interpretiamo, cioè quello che pensiamo.

Questo modello spiega il disagio emotivo come il risultato di una complessa interazione tra pensieri, emozioni/sensazioni fisiche e comportamenti.

Ha un efficacia dimostrata a livello scientifico secondo una prospettiva di Evidence-based Medicine.

Il lavoro di consulenza e sostegno psicologico prevede questa strutturazione:

1° COLLOQUIO: Accoglienza/Definizione della richiesta d’aiuto/raccolta di informazioni.

Dai colloqui successivi si avvierà la presa in carico che prevede principalmente 3 FASI:

Fase di Valutazione: Questa fase prevede un ciclo di incontri conoscitivi, circa 4/5, a cadenza settimanale.

Il mio obiettivo sarà quello di conoscere la tua situazione attuale, le caratteristiche del malessere e l’evoluzione della tua sofferenza, i fattori di vulnerabilità legati alla tua storia di vita.

In questa prima fase, talvolta, può essere utile somministrare alcuni test standardizzati, cioè dei questionari a risposta multipla che ti permetteranno di descriverti

… non ci sarà una risposta giusta o sbagliata, ma ci sarà solo la tua risposta, la quale ci permetterà di definire al meglio l’origine e il mantenimento del tuo malessere.

Fase centrale e intervento: Dopo aver terminato la fase valutativa, condivideremo alcuni degli obiettivi principali che vorrai raggiungere e su quelli imposteremo il nostro lavoro e le nostre prossime sedute …

… questa fase non ha una specifica durata, ma varia in base agli obiettivi che ti sei prefissato di raggiungere.

Fase conclusiva e di mantenimento: Il lavoro può dirsi concluso quando tutti gli obiettivi saranno raggiunti e quando sentirai uno stato di benessere che ti permetterà di riprendere in mano la tua vita senza più quella sofferenza e malessere iniziale…

… a questo punto le sedute saranno a cadenza mensile, poi ogni due mesi, ogni tre e così via, in base alle tue esigenze.